Pubblicità legale

Documento: 28/2021
Inizio pubblicazione: 02/04/2021
Fine pubblicazione: 01/10/2021
Avviso ai creditori ai sensi della l. 228/2012

Procedura di confisca ex art. 12-sexies della legge n. 356/1992 e s.m.i., in danno di VISIELLO Michele, nato a Torre Annunziata (NA) il 10/06/1968, BATTIPAGLIA GALLO Vincenzo, nato a Torre Annunziata il 10/02/1959, BATTIPAGLIA GALLO Gennaro, a Torre Annunziata il 29/11/1976. Sentenza n. 2278/2013 REG. GEN. SENT emessali 18/10/2013 dal Tribunale di Napoli, sezione GIP Ufficio 38, nell’ambito del procedimento n. 9359/2013 RGPM, confermata con sentenza n. 5271/2014 REG. GEN. SENT. emessa dalla Corte di Appello di Napoli, VII sezione penale, il g. 11/07/2014 e depositata il 22/10/2014, nell’ambito del procedimento n. 2513/14 R.G.A, annullata con rinvio dalla Suprema Corte di Cassazione sez. Quinta, definitiva dal 24/02/2018 a seguito di sentenza n. 8923/2017 R.G. ING. SENT. emessa della Corte di Appello di Napoli sez. V in data 08/01/2018 (comunicazione provvedimenti acquisita al protocollo dell’Agenzia Nazionale B.S.C. in data 16/03/2021 n. 15472).
In conformità con quanto stabilito dall’art. 1, comma 205 e 206[1] [2] della legge 24 dicembre 2012, n. 228, si comunica che i creditori di cui all’art. 1, comma 198 della medesima legge 228/2012 possono, a pena di decadenza, proporre domanda di ammissione del credito, ai sensi dell’articolo 58, comma 2 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al giudice dell’esecuzione presso il tribunale che ha disposto la confisca (art. 1, comma 206, legge 228/2012).


File:
Documento: 24/2021
Inizio pubblicazione: 24/03/2021
Fine pubblicazione: 23/09/2021
Avviso ai creditori ai sensi della l. 228/2012

Procedura di confisca a carico di PESCE VINCENZO nato a Rosarno (RC) il 27/05/1959. Decreto n. 104/2012 – 83/2011 RGMP divenuta definitiva a seguito di sentenza della Corte Suprema di Cassazione in data 15/01/2016.
In conformità con quanto stabilito dall’art. 1, comma 205 e 2061 della legge 24 dicembre 2012, n. 228, si comunica che i creditori di cui all’art. 1, comma 198 della medesima legge 228/2012 possono, a pena di decadenza, proporre domanda di ammissione del credito, ai sensi dell’articolo 58, comma 2 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al giudice dell’esecuzione presso il tribunale che ha disposto la confisca (art. 1, comma 206, legge 228/2012).
La data di scadenza del termine è di 180 giorni a decorrere dal giorno della pubblicazione entro cui devono essere presentate le domande sopra richiamate, in quanto trattasi di beni che, pur essendo sottoposti a procedimenti di prevenzione per i quali non si applica la disciplina dettata dal libro I del decreto legislativo 6 settembre 2011, n 159, alla data del 1° gennaio 2013 non erano oggetto di confisca in via definitiva (art. 1, comma 205, legge 228/2012).


File:
Documento: 23/2021
Inizio pubblicazione: 24/03/2021
Fine pubblicazione: 23/09/2021
Avviso ai creditori ai sensi della l. 228/2012

Procedura di confisca ex art. 2 ter della legge n. 575 del 1965 e s.m.i. in danno di DIANA Giuseppe, nato a Casal di Principe (CE) il 15.04.1959, + 1. Decreto di confisca n. 101/14 emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Collegio per l’applicazione delle Misure di Prevenzione, emesso in data 28.03.2013 – 19.12.2014 nell’ambito del procedimento n. 33/09 R.G. M.P., confermato dalla Corte di Appello di Napoli – Ottava Sezione Penale – con decreto n. 50/2020 (n. 218/16 R.G. C.A.) del 19.12.2019 – 04.05.2020, definitivo a far data dal 28.01.2021 a seguito della sentenza della Suprema Corte di Cassazione – Seconda Sezione Penale – 32207/2020 R.G. (comunicazione provvedimento acquisita al protocollo dell’Agenzia Nazionale B.S.C. in data 02.02.2021 al n. 5859)
In conformità con quanto stabilito dall’art. 1, comma 205 e 2061 della legge 24 dicembre 2012, n. 228, si comunica che i creditori di cui all’art. 1, comma 198 della medesima legge 228/2012 possono, a pena di decadenza, proporre domanda di ammissione del credito, ai sensi dell’articolo 58, comma 2 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al giudice dell’esecuzione presso il tribunale che ha disposto la confisca (art. 1, comma 206, legge 228/2012).
La data di scadenza del termine entro cui devono essere presentate le domande sopra richiamate è martedì 27 luglio 2021 (180 giorni dalla data di definitività della confisca) in quanto trattasi di beni che, pur essendo sottoposti a procedimenti di prevenzione e/o penale per i quali non si applica la disciplina dettata dal libro I del decreto legislativo 6 settembre 2011, n 159, alla data del 1° gennaio 2013 non erano oggetto di confisca in via definitiva (art. 1, comma 205, legge 228/2012).


File:
Documento: 22/2021
Inizio pubblicazione: 23/03/2021
Fine pubblicazione: 22/09/2021
Avviso ai creditori ai sensi della l. 228/2012

Procedura di confisca a carico di GIANNALBERTO CAMPAGNA, nato a PRAIA A MARE (SA) il 22/10/1983,+ ALTRI 6 n. 599/10 RGNR e 2380/18 RG Corte di Appello di Bologna, irrevocabile in data 10/12/2020 ex sentenza della Suprema Corte di Cassazione (comunicazione provvedimenti acquisita al protocollo dell’Agenzia Nazionale B.S.C. in data 29/12/2020 n.56463).
In conformità con quanto stabilito dall’art. 1, comma 205 e 2061 della legge 24 dicembre 2012, n. 228, si comunica che i creditori di cui all’art. 1, comma 198 della medesima legge 228/2012 possono, a pena di decadenza, proporre domanda di ammissione del credito, ai sensi dell’articolo 58, comma 2 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al giudice dell’esecuzione presso il tribunale che ha disposto la confisca (art. 1, comma 206, legge 228/2012).
La data di scadenza del termine entro cui devono essere presentate le domande sopra richiamate è 10/06/2021 (180 giorni dalla data di definitività della confisca) in quanto trattasi di beni che, pur essendo sottoposti a procedimenti di prevenzione e/o penale per i quali non si applica la disciplina dettata dal libro I del decreto legislativo 6 settembre 2011, n 159, alla data del 1° gennaio 2013 non erano oggetto di confisca in via definitiva (art. 1, comma 205, legge 228/2012).


File:
Documento: 21/2021
Inizio pubblicazione: 23/03/2021
Fine pubblicazione: 22/09/2021
Avviso ai creditori ai sensi della l. 228/2012

Procedura di confisca a carico di CALASCIBETTA Luigi, nato a Palermo il 02.01.1946: Decreto emesso in data 05/10/2016 e depositato il 9/02/2017 nel procedimento N. 98/2010 RMP dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione, confermato con decreto emesso il 13/01/2020 dalla Corte di Appello di Palermo nel procedimento N. 145/2017 RRMP, definitivo il 22/10/2020 (prot. 45407/20).
In conformità con quanto stabilito dall’art. 1, comma 205 e 2061 della legge 24 dicembre 2012, n. 228, si comunica che i creditori di cui all’art. 1, comma 198 della medesima legge 228/2012 possono, a pena di decadenza, proporre domanda di ammissione del credito, ai sensi dell’articolo 58, comma 2 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al giudice dell’esecuzione presso il tribunale che ha disposto la confisca (art. 1, comma 206, legge 228/2012).
La data di scadenza del termine entro cui devono essere presentate le domande sopra richiamate è individuata nel giorno 20 Aprile 2021 (180 giorni dalla data di definitività della confisca) in quanto trattasi di beni che, pur essendo sottoposti a procedimenti di prevenzione per i quali non si applica la disciplina dettata dal libro I del decreto legislativo 6 settembre 2011, n 159, alla data del 1° gennaio 2013 non erano oggetto di confisca in via definitiva (art. 1, comma 205, legge 228/2012).


File:
Documento: 20/2021
Inizio pubblicazione: 23/03/2021
Fine pubblicazione: 22/09/2021
Avviso ai creditori ai sensi della l. 228/2012

Ai sensi dell’art. 1, comma 206 della legge 24 dicembre 2012, n. 228 recante ‘Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013)” pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2012 ed entrata in vigore il 01.01.2013.
Procedura di confisca ex art. 12 sexies della legge 356/92 e s.m.i.. all’epoca vigente, in danno di D’Ambrosca Mario + 8. nato a Casal di Principe ICE) il 14/09/1972. Procedura nr. 17410/2011 RG.NR. — 1461 -1462 del 2011 Reg. mod. 16. Sentenza nn. 1464/14 R.G. Sent emessa il 26/03/2014 dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. confermata con sentenza n. 617/17 Reg. Sent.. emessa il 25/01/2017, depositata il 28/06/2017. dalla Corte di Appello di Napoli, definitiva a far data dal 06/07/2018 a seguito della pronuncia della Suprema Corte di Cassazione.
In conformità con quanto stabilito dall’art. 1, comma 205 e 206* della legge 24 dicembre 2012, n. 228, si comunica che i creditori di cui all’art. 1, comma 198 della medesima legge 228/2012 possono, a pena di decadenza, proporre domanda di ammissione del credito, ai sensi dell’articolo 58, comma 2 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al giudice dell’esecuzione presso il tribunale che ha disposto la confisca (art. 1, comma 206, legge 228/2012).
La data di scadenza del termine entro cui devono essere presentate le domande sopra richiamate è individuata con quella corrispondente a 180 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso, in quanto trattasi di beni che, pur essendo sottoposti a procedimenti penali per i quali non si applica la disciplina dettata dal libro I del decreto legislativo 6 settembre 2011, n 159, alla data del 1° gennaio 2013 non erano oggetto di confisca in via definitiva.


File:
Documento: 17/2021
Inizio pubblicazione: 22/03/2021
Fine pubblicazione: 21/09/2021
Avviso ai creditori ai sensi della l. 228/2012

Ai sensi dellart. 1, comma 206 della legge 24 dicembre 2012, n. 228 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 20/d/’’pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2012 ed entrata in vigore il 01.01.2013.
Procedura di confisca ex art. 12-sexies della legge 356/1992 e ss.mm.ii. in danno di ACCARDO Antonio nato a Torre del Greco(NA) il 26/07/1955, più altri. Sentenza n. 1390/14 (nn.9010/10 R.G.N.R.-34802/13 R.G.G.I.P.) emessa il 18/06-16/09/2014 dal Tribunale di Napoli, Sezione del Giudice delle indagini preliminari, Ufficio XI, parzialmente riformata dalla sentenza n.8286/15 (n.10588/14 R.G. Appello) emessa 15/10/2015-27/07/2017 dalla Corte di Appello di Napoli, Sezione II penale, definitiva a far data dal 16/10/2018 a seguito di sentenza n. 12327/19, II Sezione Penale, della Suprema Corte di Cassazione (comunicazione provvedimenti acquisita al protocollo dell’Agenzia Nazionale B.S.C. in data 04/06/2020 prot. n.21836).
In conformità con quanto stabilito dalTart. 1, comma 205 e 2061 della legge 24 dicembre 2012, n. 228, si comunica che i creditori di cui all’art. 1, comma 198 della medesima legge 228/2012 possono, a pena di decadenza, proporre domanda di ammissione del credito, ai sensi dell’articolo 58, comma 2 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al giudice dell’esecuzione presso il tribunale che ha disposto la confisca (art. 1, comma 206, legge 228/2012).


File:
Documento: 19/2021
Inizio pubblicazione: 22/03/2021
Fine pubblicazione: 21/09/2021
Avviso ai creditori ai sensi della l. 228/2012

Ai sensi dell’art. 1, comma 206 della legge 24 dicembre 2012, n. 228 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013)” pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2012 ed entrata in vigore il 01.01.2013.
Procedura di confisca nell’ambito del procedimento penale LEONARDI Antonio, nato a Napoli il 13/06/1960. Sentenza n. 1723/2014, R.G.N.R.60922/07 emessa il 28/03/2014 depositata il 29/08/2014 dal Tribunale di Napoli, Sezione GIP Ufficio XII, parzialmente modificata con sentenza n. 5391/15 depositata il 17/09/2015 dalla Corte di Appello di Napoli, I sezione penale, irrevocabile a far data dal 20/10/2016 come da sentenza della Suprema Corte di Cassazione R.G. 18496/16 (comunicazione provvedimenti acquisita al protocollo dell’Agenzia Nazionale B.S.C. in data 09/12/2020 al n. 52966).
In conformità con quanto stabilito dall’art. 1, comma 205 e 206[1] della legge 24 dicembre 2012, n. 228, si comunica che i creditori di cui all’art. 1, comma 198 della medesima legge 228/2012 possono, a pena di decadenza, proporre domanda di ammissione del credito, ai sensi dell’articolo 58, comma 2 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al giudice dell’esecuzione presso il tribunale che ha disposto la confisca (art. 1, comma 206, legge 228/2012).


File:
Documento: 18/2021
Inizio pubblicazione: 22/03/2021
Fine pubblicazione: 21/09/2021
Avviso ai creditori ai sensi della l. 228/2012

Ai sensi dell’art. 1, comma 206 della legge 24 dicembre 2012, n. 228 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013)” pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2012 ed entrata in vigore il 01.01.2013.
Procedura di confisca ex art. 12-sexies della legge n. 356/1992 e s.m.i., in danno di Confisca ex art. 12 -sexies della legge 356/1992 e s.m.i., in danno di DELL’AQUILA Domenico, nato a Giugliano in Campania (NA) il 04/03/1965. Sentenza n. 895/2014 emessa il 24/01/2014 dal Tribunale di Napoli, Terza sezione penale, nell’ambito del procedimento n. 48176/10, confermata con sentenza n. 5068/2016 emessa il 06/05/2016, nell’ambito del procedimento n. 4716/14 R.G.A, dalla Corte di Appello di Napoli, V sezione penale, definitiva in data 11/05/2017 a seguito di sentenza della Suprema Corte di Cassazione (comunicazione provvedimenti acquisita al protocollo dell’Agenzia Nazionale B.S.C. in data 08/02/2021 n.7235).
In conformità con quanto stabilito dall’art. 1, comma 205 e 206[1] [2] della legge 24 dicembre 2012, n. 228, si comunica che i creditori di cui all’art. 1, comma 198 della medesima legge 228/2012 possono, a pena di decadenza, proporre domanda di ammissione del credito, ai sensi dell’articolo 58, comma 2 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al giudice dell’esecuzione presso il tribunale che ha disposto la confisca (art. 1, comma 206, legge 228/2012).


File: